Il magnesio è un minerale presente in molti alimenti e svolge un ruolo importante nel nostro organismo: contribuisce infatti all’attività nervosa e a quella muscolare, alla costituzione dello scheletro, a regolare la pressione arteriosa, al metabolismo dei grassi e alla sintesi proteica.

È un macronutriente, presente per il 60% nelle nostre ossa, per una buona parte nei muscoli e per solo l’1% nel sangue. Il magnesio viene assorbito dall’intestino tenue per poi essere filtrato dai reni. Viene espulso soprattutto mediante le urine, ma anche con le feci e con il sudore.

Assicurarsi un’alimentazione varia ed equilibrata è in genere utile ad introdurre nel nostro organismo la giusta quantità di magnesio. Gli alimenti che contengono questo macronutriente sono: le verdure a foglia verde (come spinaci e bieta), ma anche carciofi, broccoli, cavoli e cavolfiori.

Importanti anche i legumi, in particolare piselli, fagioli (soprattutto neri), lenticchie e ceci; e la frutta secca, come mandorle, anacardi, pistacchi e noci. Fonte di magnesio è anche la crusca, così come lo sono cacao e cioccolato fondente e le acque ricche di minerali.

Purtroppo la carenza di magnesio non è così rara come si può immaginare, e può dipendere anche da fattori molto semplici come una difficoltà di assorbimento intestinale o un aumentato fabbisogno dell’organismo a cui non si riesce a supplire con un sufficiente apporto in dieta.

Questo è il motivo per cui spesso è necessario reintegrare il magnesio

Ma quali possono essere i sintomi di una carenza di magnesio?

Un giusto apporto  va dai 150 ai 500 milligrammi al giorno, a seconda del peso corporeo e dell’età.I sintomi della carenza di magnesio sono strettamente connessi a un cattivo assorbimento o a un non adeguato apporto alimentare. Ma entrano in gioco anche altri fattori. Quando manca il magnesio, il glucosio non viene trasformato in energia e il corpo si indebolisce.I sintomi di carenza di magnesio sono diversi, tra questi si possono riscontrare: stanchezza, irritabilità, umore alterato, confusione mentale, mancanza di coordinazione muscolare, tremori, crampi; nei casi di carenze gravi si riscontra anche un’accentuazione abnorme dei riflessi tendinei, aritmia cardiaca e ipertensione arteriosa.Nelle donne, una carenza di magnesio, può accentuare i disturbi legati alla sindrome pre-mestruale. La carenza di magnesio si può scoprire attraverso un approfondito esame del sangue e delle urine.

Open chat